Antibiotico-resistenza

Il sito WEB del Sistema Informatizzato Malattie Infettive (SIMI)
a cura del gruppo SIMI

Home Su

Referenti 2012


Progetto "AR-ISS

Antibiotico-Resistenza – Istituto Superiore di Sanità

Studio prospettico multicentrico per la rilevazione dei dati di antibiotico-resistenza a livello nazionale
(aggiornato ad Settembre 2012)

Nel periodo 1999-2000 l’Istituto Superiore di Sanità ha partecipato ad un progetto di sorveglianza dell’antibiotico-resistenza, finanziato dalla Comunità Europea, denominato progetto EARSS (European Antimicrobial Resistance Surveillance System). Questa esperienza, di cui è disponibile il rapporto "Il progetto EARSS In Italia-Risultati delle attività Aprile 1999 Aprile 2000", ha costituito un primo passo per l’avvio di un sistema di sorveglianza dell’antibiotico-resistenza su scala nazionale e una base su cui disegnare un nuovo studio prospettico per la rilevazione di dati di antibiotico-resistenza: il progetto "AR-ISS" (Antibiotico-Resistenza–Istituto Superiore di Sanità).
Nell’ambito di questo progetto, partito il 1 giugno 2001, vengono raccolti e analizzati i dati riferiti ad alcuni microrganismi di particolare rilevanza clinica ed epidemiologica. Lo studio si avvale di una rete di laboratori ospedalieri distribuiti sul territorio nazionale  (afferenti ad ospedali rappresentativi della realtà nazionale) e di un coordinamento centrale epidemiologico e microbiologico presso l’Istituto Superiore di Sanità.
Questo progetto consolida una rete di sorveglianza dell’antibiotico-resistenza basata sui laboratori e soprattutto consente di fornire ulteriori evidenze scientifiche su questo argomento.

OBIETTIVI DELLO STUDIO

  1. Rilevazione attraverso una rete di laboratori sentinella (su base volontaria) dati di antibiotico-resistenza relativi a Staphilococcus aureus, Streptococcus pneumoniae, Enterococcus faecalis/faecium,  Klebsiella oxytoca/pneumoniae, Escherichia coli,  Pseudomonas aeruginosa responsabili di infezioni invasive (sangue e liquor);

  2. Standardizzazione delle procedure di identificazione e dei saggi di sensibilità dei microrganismi oggetto di studio nei laboratori partecipanti tramite la diffusione di protocolli sintetici per il saggio delle resistenze. Al fine di valutare la comparabilità dei dati viene inoltre organizzato un controllo di qualità esterno

  3. Un sistema automatizzato di rilevazione dei dati di antibiotico-resistenza prodotti dai sistemi automatizzati presenti nei laboratori;

  4. Istituzione di una ceppoteca su base nazionale che contenga ceppi con profili di resistenza di particolare interesse scientifico, da tenere a disposizione per ulteriori caratterizzazioni e indagini

COPERTURA DELLA SORVEGLIANZA

Complessivamente partecipano allo studio più di 40  laboratori a cui afferiscono circa  60 ospedali distribuiti in modo più o meno omogeneo sul territorio nazionale. 

POPOLAZIONE OGGETTO DI STUDIO E DURATA DELLA RILEVAZIONE

Vengono richiesti i dati per tutti i primi isolamenti da casi di infezione invasiva (liquor e sangue) da uno dei microrganismi in oggetto di studio e per i quali è stata saggiata la sensibilità agli antibiotici presso uno dei laboratori afferenti allo studio. La rilevazione ha avuto inizio il 1 giugno 2001 e continua come attività routinaria.

Ai fini della presente indagine l'evento di interesse è :

Il primo isolamento da sangue o liquor per paziente con una infezione invasiva sostenuta da S. aureus, S. pneumoniae, E. faecalis/faecium, E. coli, K. pneumoniae/oxytoca, P. aeruginosa (quest'ultimo dal settembre 2005).

METODI DELLO STUDIO

Raccolta dei dati:

A partire dal 1 giugno 2001 tutti i laboratori afferenti allo studio registrano ogni nuova infezione invasiva (primo isolamento) che risponde ai criteri del precedente punto, indipendentemente dal profilo di antibiotico-resistenza del patogeno isolato. Nel caso di Escherichia coli e Pseudomonas aeruginosa, la sorveglianza viene condotta solo nei laboratori che inviano i dati esportati direttamente dai sistemi automatizzati. Dovranno essere raccolti i dati di antibiotico-resistenza relativi solo al primo isolamento/paziente (tempo minimo tra un isolamento dello stesso patogeno nello stesso paziente: un mese).  
Vengono raccolti i dati anagrafici e clinici del paziente, quelli relativi al campione ed i risultati per l'antibiotico-resistenza (qualitativi e quantitativi). Le informazioni registrate dai laboratori periferici vengono inviate con scadenza trimestrale presso il Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute  dell'ISS, dove vengono aggregate e analizzate in collaborazione con il Dipartimento di Malattie Infettive, Parassitarie ed Immunomediate.

Modalità di rilevazione dei dati:

Sono previste 5  modalità di invio dei dati, che i laboratori scelgono compatibilmente alle loro esigenze organizzative:

  1. Invio dei dati via fax mediante schede di rilevazione cartacee;

  2. Invio dei dati su dischetto o per posta elettronica in formato WHONET, mediante l’inserimento locale dei dati di interesse all’interno del software WHONET (software creato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per la gestione dei dati di antibiotico-resistenza e che viene distribuito gratuitamente a chi ne fa richiesta);

  3. Invio dei dati su dischetto o per posta elettronica così come scaricati dagli strumenti automatizzati per l’esecuzione di antibiogrammi (per esempio Vitek). I dati così ottenuti vengono convertiti presso l’ISS in un formato compatibile con il software WHONET;

  4. Uso del sito www.ariss.iss.it per l'immissione diretta dei dati nel database (accesso con password)

  5. Invio automatico attraverso i sistemi informativi dei laboratori nei quali è stato installato il software MICRONET che permette una raccolta di dati giornaliera sui test effettuati nel laboratorio di microbiologia.


Raccolta dei ceppi:

E’ prevista, a scadenza semestrale, la raccolta centralizzata presso l’Istituto Superiore di Sanità di alcuni dei ceppi isolati durante il periodo di osservazione. 
Questa raccolta ha lo scopo di permettere la creazione di una ceppoteca nazionale da tenere a disposizione per ulteriori studi e per l’approfondimento di alcune problematiche, quali la sierotipizzazione di S. pneumoniae, la resistenza ai glicopeptidi di S. aureus o la resistenza alle aminopenicilline, agli aminoglicosidi e ai glicopeptidi nei ceppi di E. faecalis/faecium isolati da sangue o liquor.

A questo scopo i laboratori conservano e successivamente inviano tutti quei ceppi che, isolati durante il periodo di osservazione, soddisfano i seguenti requisiti di antibiotico-resistenza:

bulletStaphylococcus aureus: i ceppi meticillino-resistenti con una MIC per la vancomicina >4 mg/ml;
bulletStreptococcus pneumoniae: tutti i ceppi (da sangue o liquor);
bulletEnterococcus faecalis/faecium: i ceppi intermedi e resistenti a vancomicina (MIC > 8 mg/ml o alone di inibizione <15-16 mm).
 

Non è prevista la raccolta centralizzata dei ceppi di Escherichia coli o Pseudomonas aeruginosa.

RITORNO DI INFORMAZIONI 

I laboratori verranno informati sullo stato di avanzamento del progetto, sulla numerosità delle rilevazioni effettuate e dei ceppi collezionati e sulle eventuali novità riguardanti il progetto attraverso newsletters ed eventuali presentazioni e lavori scientifici pubblicati riguardanti il progetto. A questo proposito riportiamo alcune fonti informative

bulletCarbapenem non-susceptible Klebsiella pneumoniae from Micronet network hospitals, Italy, 2009 to 2012. Sisto A, D'Ancona F, Meledandri M, Pantosti A, Rossolini G, Raglio A, Serra R, Dematte L, Aiello E, Goglio A; Micronet network participants. Euro Surveill. 2012 Aug 16;17(33). pii: 20247.
bulletAntimicrobial resistance surveillance in Europe 2010. Annual report of the European Antimicrobial Resistance Surveillance Network (EARS-Net) Surveillance reports - 17 Nov 2011. ECDC. Stoccolma
bulletRapporto Istisan: AR-ISS: sorveglianza dell’antibiotico-resistenza in Italia. Rapporto del triennio 2006-2008. Valeria Alfonsi, Romina Camilli, Martina Del Manso, Fabio D’Ambrosio, Fortunato D’Ancona, Maria Del Grosso, Stefania Giannitelli, Monica Monaco, Andrea Sanchini, Annamaria Sisto, Annalisa Pantosti e i referenti dei laboratori AR-ISS 2010, iv, 77 p.
bulletPoster presentato al XXXV Congresso Nazionale AMCLI -Torino settembre 2006
bulletReport su Ben-Bollettino Epidemiologico Nazionale Vol 19 N° 6 (giugno 2006)
bulletBoccia D., D'Ancona F., Salmaso S., Monaco M., Del Grosso M.F., D'Ambrosio F. et al. Antibiotico-resistenza in Italia: un anno di attività del progetto di sorveglianza AR-ISS. Annali di Igiene, Medicina Preventiva e di Comunità 2005. (disponibile solo in versione cartacea)
bulletPoster presentato a Glasgow 2003 al 13° congresso internazionale ECCMID 
bulletReport su Notiziario dell'ISS Vol 16 N° 1 (gennaio 2003).
bulletReport su Euro Surveillance Vol7 N° 6 (giugno 2002) 
bulletCongresso "ECCMID" tenutosi a Milano il 24-27 aprile 2002. (versione in italiano del poster e la versione originale presentata al congresso).

 

POSSIBILITÀ DI ULTERIORI ADESIONI

Per tutti i laboratori interessati a partecipare allo studio, è ancora possibile dare l’adesione contattando:

Dott. Fortunato "Paolo" D’ancona.

Dott.ssa Valeria Alfonsi.

 

Il protocollo di studio è disponibile qui

 

Ultimo aggiornamento di questa pagina : 21/09/2012


Per informazioni tecniche o suggerimenti cliccare qui  
Ultimo aggiornamento: 18/9/2012